Gestire il tempo scegliendo i progetti giusti

Scegliere i progetti giusti

La nostra vita è fatta di scelte.

Dovremmo poter vivere più vite per poter esplorare tutte le possibilità che la vita ci offre.

Per questo motivo, quando ci imbarchiamo in un progetto dobbiamo essere consapevoli delle scelte che facciamo.

Se vogliamo raggiungere i nostri obiettivi dobbiamo scegliere i progetti giusti.

Se scelgo il progetto giusto ho motivazione e quindi risparmierò tempo nel raggiungerlo.

Anche quando i progetti ci vengono proposti o imposti dovremmo chiederci sempre se questi progetti sono buoni per noi o se saranno solo una perdita di tempo.

Se pensiamo che il progetto sarà solo una perdita di tempo non dovremmo avere dubbi nel rifiutarlo, o almeno, cercare di modificarlo per farlo rientrare nei nostri obiettivi e quindi permetterci di impiegare al meglio il tempo.

Ecco qui di seguito i parametri da analizzare in un nuovo progetto:

Arricchimento personale

I progetti che non forniscono alcun insegnamento o non migliorano le nostre capacità sono meno utili di progetti che ci arricchiscono.

Sotto questo profilo sono sicuramente preferibili i progetti con una componente di novità rispetto ai progetti ripetitivi ma bisogna comunque verificare anche gli altri aspetti di analisi.

Non si possono sempre affrontare progetti nuovi, la gestione del tempo passa anche attraverso l’efficienza nel ripetere in modo più economico ciò che abbiamo già fatto con successo.

Coerenza rispetto obiettivi futuri

Un progetto dovrebbe avvicinarci ai nostri obiettivi di vita.

Bisogna valutare bene quanto il progetto ci può avvicinare ai nostri obiettivi di vita e confrontare questo con l’opzione di non fare il progetto.

Questa valutazione va rivista anche alla luce degli altri parametri: un progetto nuovo ci arricchisce sicuramente a prescindere dall’obiettivo che ci siamo prefissati e quindi può essere interessante anche se non ci avvicina immediatamente ai nostri obiettivi

Ripetere due volte un progetto che non ci aiuta a raggiungere i nostri obiettivi è una scelta da ponderare bene.

Divertimento

Quanto piacere e divertimento prevedete di trarre dal progetto?

Questo fattore è un elemento importante che può creare motivazione ed aiutarvi a superare le difficoltà che potreste incontrare.

Difficoltà

Quanto il progetto è alla vostra portata? Quali sono le probabilità di insuccesso o di successo?

Redditività

Il progetto vi porterà maggiore benessere economico?

Tempo

Quanto tempo vi chiederà il progetto? Quanta parte della vostra giornata assorbirà? Per quanto tempo durerà?

Avete tutto questo tempo? Spesso un progetto parte con grandi speranze ma si perde per mancanza del fattore più importante: il tempo per portarlo a termine.

Costo

Quanto dovete investire per realizzarlo? Dovete comprare materiali nuovi? Dovete comprare un’attrezzatura?

Referenza/ spendibilità futura

Un progetto che non vi arricchisce direttamente ma indirettamente perchè è in grado di aprire nuove porte, può essere comunque interessante perchè talvolta una nuova strada si può rivelare una scorciatoia verso l’obiettivo che ci eravamo prefissati.

Non vorrei essere frainteso: non intendo la scorciatoia nel senso stretto con cui si intende comunemente: un percorso per raggiungere il successo senza fare fatica.

Anzi il significato di valutare un progetto in base alla sua spendibilità futura è proprio la teorizzazione che bisogna valutare ed accettare “la gavetta” come mezzo per raggiungere i propri obiettivi.

Acquista il corso
Cerca nel sito
Ricerche su Google
Libri
immagini scelte su
View My Portfolio
Networked Blog